“L’ANIMA è la nostra dimora, gli OCCHI sono le sue finestre.”

Il Contorno occhi, noto precisamente come area perioculare, paragonato alle altre zone del viso è una regione assai più delicata e suscettibile di alterazioni estetiche, non solo per i naturali movimenti della mimica facciale, ma anche per via degli insulti ambientali. Per queste ragioni, il contorno occhi è tendenzialmente più esposto a fenomeni di invecchiamento rispetto alle altre aree cutanee.

 

Dal punto di vista istologico si evidenziano interessanti caratteristiche:

1) La cute che circonda gli occhi appare evidentemente più sottile (0,3m).
2) Il numero di follicoli piliferi, ghiandole sebacee e ghiandole sudoripare è molto inferiore rispetto ad altre zone del viso.
3) Le fibre elastiche e di collagene presenti nella matrice dermica sono numericamente irrilevanti.
4) Il grasso sottocutaneo è presente in quantità nettamente inferiore.
5) La circolazione linfatica e quella sanguigna della zona del contorno occhi sono piuttosto rallentate.

 

Proprio per le peculiari caratteristiche distintive, la pelle del contorno occhi appare molto suscettibile al ristagno di liquidi interstiziali e di sangue e risulta chiaramente più secca e permeabile rispetto alle altre zone del viso. Tutto ciò si traduce in una naturale predisposizione verso borse, occhiaie e rughe d’espressione.

 

Le Rughe, le Borse e le Occhiaie sono le manifestazioni estetiche che più affliggono la delicata zona del contorno occhi.

Uno degli inestetismi più sentiti dal mondo femminile è costituito dalle rughe del contorno occhi.
La muscolatura presente nella zona del contorno occhi favorisce le espressioni del volto con oltre diecimila movimenti giornalieri. Gli stessi muscoli, tuttavia, rivestono anche un ruolo determinante nella formazione di rughe, zampe di gallina, ed altre pieghette di vecchiaia. Non a caso, l’accentuata e ripetuta espressività del volto rientra nella lunga lista dei fedeli alleati del photoaging. Le modifiche chimico-fisiche a cui vanno incontro le fibre collagene e di elastina, in seguito ai fenomeni infiammatori innescati dai Raggi UV, determinano i processi di invecchiamento anche nelle regioni orbicolari, dove le strutture proteiche che formano l’impalcatura del derma vengono degradate dando origine alle rughe.

Anch’esse sono inestetismi tipici del contorno occhi: si tratta del gonfiore della zona periorbitale, che tendenzialmente si accentua in determinate circostanze (al risveglio, in condizioni stressorie, durante il ciclo mestruale, dopo un pasto molto salato)e sono molto evidenti durante l’età matura. Le palpebre sono formate da pieghette di tessuto dotate di straordinaria elasticità, tale da renderle molto estensibili. Con il tempo, il tessuto connettivo, che costituisce lo strato cellulare sottocutaneo della zona palpebrale, tende a perdere estensibilità rilassandosi gradualmente, fino a dare origine – grazie al contributo della ritenzione idrica locale – al fenomeno delle borse, che rappresenta il principale imputato dello sguardo spento.

Queste sono il risultato di una stasi del circolo linfatico e venoso nella zona periorbitale. Il ristagno di liquidi e sangue, con deposito di pigmenti nel derma (melanina ed emoglobina ossidata), conferisce al contorno occhi la tipica “ombra” viola-bluastra. Con lo scorrere del tempo, queste manifestazioni si fanno ancora più marcate, e per il progressivo assottigliamento dello strato epidermico in quest’area, e per la riduzione della microcircolazione sanguigna.

Tenendo conto dell’aspetto strutturale e istologico che diversifica l’area periorbitale dalle altre fasce cutanee, i Laboratoires Paul Scerri hanno messo a punto TRE speciali formulazioni specifiche per il contorno occhi, col fine di riprogrammarne e di stimolarne le fisiologiche attività di drenaggio veno-linfatico e di sintesi proteica.

Il mercato attuale offre delle formule cosmetiche in grado di migliorare superficialmente il problema estetico, procurando tempestivamente luminosità e distensione perioculare, enfatizzando di conseguenza la profondità dello sguardo.

LA SOLUZIONE

“Non mi prefiggo di realizzare un prodotto che corregga superficialmente la manifestazione antiestetica, quanto piuttosto di eliminare il disequilibrio che l’ha determinata, riprogrammando il microcircolo linfatico e venoso, contrastando il ristagno, compensando le carenze idriche e nutrizionali.”

Paul Scerri

Osmovital Plus – Correcteur Contour Des Yeux

Indicazioni:

IIndicato per le pelli secche, disidratate, devitalizzate e con tendenza alla formazione delle cosiddette “zampe di gallina”.

Consigli per l’uso:

Preferibilmente la Sera, dopo un’adeguata detersione, applicare una piccola quantità di prodotto in prossimità della zona orbicolare, quindi far assorbire con un delicato massaggio.

Osmovital Plus – Crème Contour Des Yeux

Indicazioni:

Svolge un’importante azione drenante, attenuando antiestetiche occhiaie e riducendo visibilmente le borse sotto gli occhi.

 

Consigli d’uso:

Preferibilmente la Mattina, dopo un’adeguata detersione, applicare una piccola quantità di prodotto in prossimità della zona orbicolare, quindi far assorbire con un delicato massaggio.

Huile Veloutee Démaquillant pour Les Yeux Hydrophile

Indicazioni:

Permette un’efficace detersione delle zone palpebrali nonché un’ottima rimozione del maquillage a lunga tenuta, senza irritare l’area congiuntivale. Testato oftalmologicamente, è perfettamente adatto anche agli occhi sensibili e ai portatori di lenti a contatto.

 

Consigli d’uso:

Dosare poche gocce su un dischetto di cotone idrofilo inumidito, quindi procedere con l’ eliminazione del make up in tutta la zona orbicolare.